L'allarme dalla zona "167 C" a Lecce: incuria e degrado. I cittadini: aspettavamo il cambiamento con la nuova amministrazione

Tutela del territorio

06/02/2018
droga

Un grido d’allarme arriva dai residenti della zona “167 C” nella periferia di Lecce: incuria e degrado continuano a farla da padrone. Sono ancora una volta i cittadini a denunciare allo “Sportello dei Diritti” quanto continua ad accadere nella periferia della città dove scarsa o inesistente illuminazione, strade rattoppate alla meno peggio, rifiuti abbandonati continuano a farla da padrone. In una situazione permanente di tal tipo, purtroppo, la voce più ricorrente è sempre la stessa «aspettavamo il cambiamento con la nuova amministrazione» mentre tutto sembra scorrere come sempre. Ecco perché Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, raccoglie l’appello di quanti credono ancora nel preannunciato cambio di rotta e invita il nuovo governo cittadino, a partire dal sindaco Carlo Salvemini, a prendere atto di quanto continua ad accadere e a dimostrare che nella città non ci sono più cittadini di serie “A” e di serie “B”.

Galleria immagini


Stampa l'articolo

Sportello dei diritti O.N.L.U.S. - Via L. Sturzo n. 40 - 73100 Lecce - C.F. 93106630754
Tel. 320 84.96.515 - info@sportellodeidiritti.org - Privacy Policy - Cookie Law

ClioCom © copyright 2018 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati