Problemi di produzione per BMW. Un fornitore italiano non avrebbe consegnato componenti nei tempi previsti ed ha costretto BMW a fermare la produzione nelle fabbriche di tre paesi in Europa, Asia e Africa

Economia

29/05/2017
ex concessionaria fiat venturi

La produzione di due modelli di auto in una fabbrica di Lipsia della BMW nell'ex Germania Est è stata fermata in data odierna, secondo quanto affermato da un portavoce della casa automobilistica bavarese. Analogamente le attività produttive verranno sospese negli stabilimenti di Lánchí in Sud Africa e Shenyang in Cina. La causa sarebbe nel ritardo nella consegna di componenti delle autovetture a causa di un'azienda subappaltatrice italiana. A dare la notizia il sito web tedesco di notizie Focus Online. Un portavoce di BMW ha detto che un gruppo di lavoro speciale è stato attivato per riavviare la produzione già da domani. Al momento, rileva Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, non è dato sapere quali siano i modelli del colosso tedesco ad essere interessati dal fermo temporaneo. Tuttavia, è bene ricordare che se il ritardo dovesse riflettersi sui tempi di consegna all'acquirente finale, rispetto a quelli contrattualmente stabiliti, con conseguenti pregiudizi, è possibile agire per tutelarsi nel caso in cui il venditore non dovesse porvi adeguato rimedio, come l'assegnazione temporanea di auto sostitutiva di analoga potenza fiscale sino alla consegna del veicolo effettivamente ordinato.

Galleria immagini


Stampa l'articolo

Sportello dei diritti O.N.L.U.S. - Via G. D'Annunzio 37 Lecce - C.F. 93106630754
Tel. 320 84.96.515 - info@sportellodeidiritti.org - Privacy Policy - Cookie Law

ClioCom © copyright 2017 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati